2 mar. 2011

Non è il titolo che fa il dottore....

E sempre a leggere il giornale, stai?

Eh. C'amma fa'...
Nonostante gli oltre 4 anni fuori dalla patria natia, non riesco ancora a sentirmi apolide e cittadina del mondo. Quel maledetto passaporto, specchio dei miei diritti e dei miei doveri, determina un'identità e un bagaglio difficili da dimenticare.
E che non so se voglio...
In fondo non l'ho scelto.

Non ho scelto di essere italiana. E, progressivamente, con la mia presa di coscienza politica, non so quanto firmerei il mio essere italiana, oggi.
Non so se firmerei l'essere spagnola: il paese della zeppola 'mmocc non è poi così diverso dalla mia Italia.
In più è una monarchia: sarei suddita e non cittadina, il che mi stranirebbe un po'...
Norvegia, Svezia, ...no. Stesso problema.
Inglese?  Iddio mi salvi...
Francese? ...

Europea sarebbe perfetto.
Cittadina Europea. Appartenente a una struttura sovranazionale.
È come un'identità senza identità.

Ad ogni modo, continuo a sentire la necessità perversa di sapere cosa succede nel mio Belpaese...e diciamo la verità: anche se non leggessi il giornale, un numero N di amici mi informerebbe ugualmente delle belle vicende nazionali e internazionali che accadono ogni giorno.

La notizia del momento, che mi ha fatto sorridere, è simile a quella raccontata dal Mancusi in Svezia quando, offrendoci uno spaccato della vita politica del Konungariket Sverige, ci deliziò con lo scandalo di una deputata era stata messa alla gogna e cacciata a pedate nel culo dal partito e dal parlamento per aver pagato con la carta di credito del partito un Toblerone.
Sì, un Toblerone.

Stavolta la fonte è Demetrio.

Il Ministro della Difesa tedesco si è dimesso perché ha copiato la sua tesi dottorale.
Lo scandalo Copygate!

(Ora, se si controllassero tutte le tesi dottorali, solo nell'Università dove lavoro, cadrebbero a fiocchi Cattedratici, Professori e Ricercatori emeriti. Tra cui un paio di colleghi...ma soprassediamo)


Dopo aver letto l'articolo, mi viene il veemente desiderio di sapere quanti dottori (PhD) ci sono nel nostro, di Parlamento.

Facciamoci un giro nel sito ufficiale.
Giusto così, per inciuciare sulla maggioranza che sta ora al Governo...

Nelle file del PDL, molti avvocati. Molti penalisti, ovviamente.
Niccolò Ghedini, Franco Frattini, Paolo Bonaiuti, Ugo Lisi, Maurizio Scelli, Cosimo Ventucci, Ida D'Ippolito Vitale, Mario Pescante, Giovanni Dell'Elce, Leo Maurizio, Antonio Martino.

Toh, guarda chi c'è! Un Angelino Alfano, Avvocato e PhD in diritto dell'impresa.


Effettivamente molti affiliati al Partito delle Libertà sono Dottori, sì, ma nel senso di medici.


(Forse è per questo che giustizia e Sanità sono il fiore all'occhiello del Paese)

Donne col Dottorato, due: Sbai Souad, donna, marocchina...(perché sta nel Parlamento Italiano? No, non è un nuovo razzismo illuminato... è una perplessità personale) e una Roccella Eugenia, con un dottorato non specificato (Dice: Laurea in Lettere; Dottorato di Ricerca...sì, ma in cosa?)

Un tal Stracquadanio Giorgio Clelio, diplomato al liceo classico e Giornalista. Un Cristaldi Nicolò, diploma scientifico e "Direttore di giornale" (sic). Un Pietro Franzoso, diplomato al tecnico. E Giancarlo Abelli,Giuseppe Angeli,Sabatino Aracu,Emerenzio Barbieri, Viviana Beccalossi, Luca Bellotti, Sandro Biasotti, Valerio Cattaneo e altre sei pagine piene piene di nomi di persone che hanno termminato gli studi prima che cadesse il muro di Berlino e senza passare dal "Via", si sono ritrovati comodamente seduti in una poltroncina di velluto rosso.

Beh, pensavo peggio.
Molti diplomati. Molti medici. E molti avvocati.
Qualche attrice (una è la Fiorella Ceccacci Rubino, a parte la nostra già famosa Mara Carfagna) e giornaliste senza laurea (Giorgia Meloni, Lella Golfo...)

(A saperlo che era così semplice diventare giornalista in Italia...)

Insomma, una buona parte di questi 630 premi nobel della politica sono senza né arte né parte. Una quantità immensa di gente, in Parlamento, che non so perché sta lì.
A parte i corrotti. Quelli, i corrotti, so esattamente perché stanno lì.

Donc, in sintesi.

Il PhD Alfano, (Ambito Giurisprudenza) autore della notevole legge intitolata "Disposizioni in materia di sospensione del processo penale nei confronti delle alte cariche dello Stato" (legge 124/2008), ritenuta incostituzionale il 7 ottobre 2009 per violazione degli articoli 3 e 138 della Costituzione. Di cui l'Art. 3 è uno dei fondamentali:

Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

e due donne, una marocchina e l'altra italiana, sono i Dottori di cui ci possiamo fregiare.

Dovrò scrivere alla Merkel.
Ci desse Googleberg che le diamo, con gioia, Alfano.

No hay comentarios: